Glossario energetico: i 10 termini utilizzati più spesso

Glossario energetico: i 10 termini utilizzati più spesso

Il settore energetico, con la sua terminologia specifica e talvolta complessa, può spesso sembrare impenetrabile ai non addetti ai lavori. Questo articolo mira a chiarire i dieci termini più frequentemente utilizzati nel settore, per aiutare i consumatori e gli appassionati a navigare con maggiore sicurezza in questo mondo. Tra questi termini, affronteremo anche il concetto di marketing integrato e faremo riferimento all’articolo riguardante la voltura e il subentro.

  1. Kilowattora (kWh): è l’unità di misura dell’energia elettrica utilizzata per calcolare il consumo nelle bollette domestiche. Un kilowattora corrisponde all’energia consumata da un dispositivo da 1 kW per un’ora.
  2. Distributore: è l’entità responsabile della distribuzione dell’energia elettrica o del gas naturale dalle centrali di produzione ai consumatori finali. Si occupa della manutenzione della rete e risolve eventuali guasti.
  3. Mercato libero: è il mercato in cui i consumatori possono liberamente scegliere il proprio fornitore di energia elettrica o gas, a differenza del mercato di maggior tutela dove i prezzi sono stabiliti dall’Autorità di regolazione.
  4. Contatore intelligente (smart meter): è un dispositivo elettronico che registra il consumo di energia elettrica e comunica le informazioni al fornitore per una fatturazione più precisa e dettagliata.
  5. Voltura: è la procedura attraverso la quale si trasferisce la titolarità di una fornitura energetica da un precedente intestatario a uno nuovo, mantenendo le condizioni contrattuali esistenti.
  6. Subentro: a differenza della voltura, il subentro si verifica quando una fornitura energetica viene riattivata dopo una disattivazione, con la possibilità di scegliere un nuovo contratto o fornitore. La differenza tra voltura e subentro è ben spiegata dal sito di Chetariffa.
  7. Autoproduzione: indica la capacità di un soggetto di produrre energia per proprio consumo, generalmente attraverso impianti solari fotovoltaici o eolici, riducendo la dipendenza dal fornitore energetico esterno.
  8. Efficienza energetica: si riferisce all’utilizzo ottimale dell’energia per ridurre il consumo e migliorare le prestazioni energetiche di un edificio o di un dispositivo, con un impatto positivo anche sull’ambiente.
  9. Certificati bianchi o titoli di efficienza energetica: sono incentivi che vengono riconosciuti a chi realizza interventi di risparmio energetico. Sono negoziabili sul mercato e rappresentano una quota di energia risparmiata.
  10. Marketing integrato (nel settore energetico): si tratta di una strategia di comunicazione che combina diverse tecniche di marketing e canali di vendita per promuovere prodotti o servizi energetici in modo coerente e unificato. Ad esempio, un articolo su come individuare la tariffa più adatta alle proprie abitudini potrebbe far parte di una campagna di marketing integrato per informare i clienti sulle offerte da un’azienda energetica e, allo stesso tempo, per aiutare gli utenti a cercare la tariffa più conveniente, migliorando la consapevolezza del marchio e la soddisfazione del cliente.

Comprendere questi termini non solo può aiutare i consumatori a fare scelte più informate e consapevoli, ma anche le aziende del settore a comunicare più efficacemente con il proprio pubblico.